Istituto Comprensivo n.3 LAME - Bologna

tel. 0516345568 - fax: 0516344298 - email: boic81300r@istruzione.it - scuole Bottego, Salvo D`Acquisto, Silvani

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home Genitori Regolamento Primaria

Regolamento Primaria

E-mail Stampa PDF

REGOLAMENTO SCUOLA PRIMARIA – plessi Bottego e Silvani

scarica il documento in formato pdf 

1. INGRESSO - per tutte le classi l’entrata avviene dalle ore 8,25 alle 8,30: dopo, il portone sarà chiuso. I ritardi abitudinari non sono ammessi .Se qualche alunno, in via eccezionale, arriverà in ritardo, sarà accettato; ma ciò, si ribadisce, è l’eccezione, non la regola. Dopo il terzo ritardo saranno inoltrate lettere di sollecito e successivamente vi sarà una convocazione da parte del Dirigente. Prima delle ore 8.25, possono entrare nei locali scolastici soltanto gli alunni iscritti all’orario anticipato; gli altri devono attendere il suono della campana nel cortile della scuola.

 

2. USCITA - L’uscita dalla scuola avviene alle ore 16,30. Al termine delle lezioni, i genitori devono ritirare i figli personalmente, oppure, se ciò non è possibile, delegare per iscritto, presentandole agli Insegnanti della classe, una o più persone maggiorenni di loro fiducia, accompagnando la delega da fotocopia di carta d’identità del delegato. Si raccomanda la massima puntualità ai genitori che vengono a ritirare i figli. Chi ha dei problemi, può ricorrere all’orario prolungato o alla delega . Oltre l’orario di uscita, non possono rimanere alunni nella scuola, a meno che non siano iscritti all’orario prolungato.

 

 

3. ENTRATA POSTICIPATA/ USCITA - Durante l’orario scolastico, di norma, gli alunni non possono uscire da scuola prima del suono della campana. Ciò può essere consentito solo in casi eccezionali per gravi e comprovati motivi, che devono essere indicati nel modulo di domanda (da chiedere agl’insegnanti di classe) e documentati. Chi deve sottoporre il figlio ad una visita medica (odontoiatrica, oculistica ecc.) è invitato a prendere appuntamento in orario extrascolastico. Solo nel caso in cui ciò fosse impossibile, si ricorrerà all’orario scolastico. Le uscite sistematiche, cioè ripetute per un certo periodo di tempo, sono permesse solo quando un bambino deve essere sottoposto a terapie, che non si possono effettuare al di fuori dell’orario scolastico. In questo caso, la domanda, unitamente al certificato del medico curante, deve essere indirizzata alla Dirigente. La frequenza a corsi privati di ginnastica, danza, attività sportive o di altro genere, è possibile solo dopo l’uscita da scuola.

 

 

4. ASSENZE- Per assenze di durata non superiore a 5 giorni ( quindi da 1 a 5 giorni) dovute a motivi sia di salute che di famiglia, non occorre presentare il certificato medico. E’ però necessario che uno dei genitori giustifichi l’assenza sull’apposito libretto scolastico personale.

 

 

Per assenze di durata superiore a 5 giorni (quindi da 6 giorni in avanti) dovute a malattia, occorre presentare il certificato medico, che viene rilasciato dal medico curante. Se l’assenza è dovuta a motivi familiari, non è necessario alcun certificato, purché i genitori avvisino per iscritto gli insegnanti prima dell’inizio dell’assenza. Per le assenze dovute a malattia infettiva, indipendentemente dalla durata, è necessario presentare il certificato medico rilasciato dal Pediatra. In caso di dermatofitosi, scabbia, salmonellosi, epatite, tubercolosi, meningite , il certificato viene rilasciato esclusivamente dal Poliambulatorio di Medicina scolastica dell’ ASL. Quando si calcolano i 5 giorni, bisogna considerare anche gli eventuali giorni di festività o di sospensione delle lezioni, sia che cadano in mezzo, che all’inizio, che alla fine dell’assenza.

Informarsi dai compagni sulle attività svolte in classe e sui compiti assegnati per casa in caso di assenza.

5. SCIOPERI E ASSEMBLEE -In caso di assemblea sindacale o di sciopero del personale della scuola, i genitori verranno informati con anticipo sull’effettivo orario che la scuola garantisce e sugli eventuali orari di entrata o uscita che siano modificati.

 

 

6. INCIDENTI - In caso di infortunio o di malessere l’insegnante cui l’alunno è affidato, provvederà al primo soccorso e ad informare la famiglia; in caso di necessità chiamerà l’ambulanza e accompagnerà, in assenza di un genitore o persona delegata, l’alunno stesso, affidando la classe a colleghi in servizio. I docenti compileranno un modulo di denuncia di infortunio. Spetterà ai genitori rivolgersi eventualmente all’Assicurazione per ottenere rimborsi per spese sostenute.

 

7. MEDICINALI- Per la somministrazione di farmaci a scuola, l’Istituto si attiene alle linee guida emanate di concerto dal Ministero dell’Istruzione e dal Ministero della Salute il 25 novembre 2005. La somministrazione di farmaci può avvenire in caso di effettiva necessità e su precisa richiesta del medico che indicherà orari e posologia. In ogni caso è fatta salva la disponibilità del personale della scuola a somministrare i farmaci. Le famiglie dovranno indicare a inizio anno eventuali allergie.

8. INTERVALLO - L’intervallo del mattino si svolge tra le 10:30/11 circa. Nel pomeriggio alla scuola Bottego si svolge tra le 13 e le 14. Alla scuola Silvani si lascia la libertà di organizzarlo o tra le 13/14 oppure più tardi (comunque senza arrecare disturbo alle attività delle altre classi) per chi preferisce organizzare un momento di lavoro subito dopo la pausa – mensa . L’intervallo può svolgersi nel giardino della scuola, negli atri interni (Silvani), atelier (Bottego) o in aula, organizzando giochi adeguati agli spazi. E’ consentito giocare con la palla, in giardino, ma NON a calcio. Durante periodo di ricreazione il personale docente di turno vigila, osservando costantemente e attentamente la classe, il comportamento delle alunne e degli alunni in modo da evitare che si arrechi danno alle persone o alle cose.

9. DIARIO - Da controllare e firmare quotidianamente. Utilizzare il diario anche per eventuali comunicazioni ai docenti

10. MATERIALE SCOLASTICO - Verificare che nello zaino ci sia tutto il materiale occorrente per le attività: libri, quaderni, matite, gomma, penne, colori etc. L'alunno è responsabile in prima persona della cura del proprio materiale. E' vietato portare a scuola oggetti estranei all'uso scolastico e di valore. La scuola non risponde di eventuale danneggiamento o smarrimento degli oggetti di uso personale (giochi elettronici, apparecchi ortodontici etc)

11. REGOLE DI COMPORTAMENTO -Ai bambini verrà chiesto di usare rispetto per tutte le persone (coetanei e adulti), per gli ambienti scolastici (aula, servizi igienici, corridoi, palestra, giardino etc.) e per i materiali propri, altrui e di uso comune. Non  utilizzare a scuola il cellulare e gli strumenti multimediali per usi non concordati con i docenti. Utilizzare i giochi che gli insegnanti possono autorizzare a portare solo durante l’intervallo (si ricorda  che i giochi sono sotto la responsabilità degli alunni, pertanto è meglio evitare oggetti di valore).

12. ASSEMBLEE DI CLASSE/COLLOQUI - La partecipazione è importante per prendere parte attiva alla vita scolastica. I genitori sono invitati a partecipare senza i bambini, dal momento che nella fascia oraria delle riunioni non è prevista vigilanza da parte degli operatori e la scuola non è responsabile di eventuali incidenti che si dovessero verificare durante l'orario delle riunioni. Sia per le assemblee che per i colloqui verrà comunicato il calendario. Si rammenta che i genitori non possono accedere ai locali scolastici durante l'attività didattica se non espressamente convocati dai docenti .E' possibile richiedere colloqui con gli insegnanti tramite richiesta scritta sul diario o chiedendo appuntamento verbale all'uscita da scuola.

13. INGRESSO DEI GENITORI NELLA SCUOLA -Ai genitori non è consentito entrare nella scuola e raggiungere le aule, né sostare nei locali scolastici e negli altri spazi di pertinenza della scuola (cortile, giardino, atrio…) oltre il normale tempo occorrente per il ritiro dei propri figli.

Si ricorda il divieto di fumare all’interno della scuola e nelle pertinenze esterne.

14. PREVENZIONE PEDICULOSI – Si invitano i genitori a controllare periodicamente i capelli dei bambini. In caso di "infestazione" conclamata informare tempestivamente gli insegnanti che provvederanno ad avvisare le altre famiglie allo scopo di contenere il più possibile la diffusione. In caso di presenza visibile di lendini e parassiti, le famiglie saranno contattate ed invitate a procedere al trattamento. Gli alunni saranno riaccolti a scuola solo a trattamento avvenuto.

15. VISITE GUIDATE E VIAGGI D’ISTRUZIONE - Il piano annuale delle visite guidate e dei viaggi di istruzione viene presentato dai Docenti all’inizio dell’anno scolastico e descritto ai genitori in assemblea. Le visite guidate e i viaggi d'istruzione hanno obiettivi precisi legati alla progettazione delle classi. Quando la spesa è a carico dei partecipanti, il denaro viene raccolto dal genitore rappresentante di classe o da un genitore disponibile e versato sul c/c postale della Scuola.

Durante le visite didattiche guidate e le gite scolastiche, ogni alunno deve avere con sé un documento di riconoscimento. In base alle vigenti disposizioni, è rilasciato dalla Dirigente.

16. ASSICURAZIONE e CONTRIBUTO VOLONTARIO - Ogni anno viene proposta dal Consiglio di Istituto un’assicurazione per alunni e personale scolastico, più un contributo per le spese di segreteria ( libretto delle giustificazioni, spese linea dati, gestione delle fotocopiatrici dedicate alla didattica). L’adesione è individuale e obbligatoria. Il costo è a totale carico degli aderenti. Ogni anno il Consiglio di Istituto delibera la richiesta di un contributo volontario rivolta ai genitori di alunne/i frequentanti l' Istituto a parziale copertura delle spese inerenti l’ampliamento dell’Offerta Formativa e l'acquisto di materiale didattico / sussidi per i diversi plessi.

 

 

 

 

Normal 0 14 false false false IT X-NONE X-NONE MicrosoftInternetExplorer4

R Normal 0 14 false false false IT X-NONE X-NONE MicrosoftInternetExplorer4

/* Style Definitions */ table.MsoNormalTable {mso-style-name:"Tabella normale"; mso-tstyle-rowband-size:0; mso-tstyle-colband-size:0; mso-style-noshow:yes; mso-style-priority:99; mso-style-qformat:yes; mso-style-parent:""; mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt; mso-para-margin:0cm; mso-para-margin-bottom:.0001pt; mso-pagination:widow-orphan; font-size:10.0pt; font-family:"Times New Roman","serif";}

REGOLAMENTO SCUOLA PRIMARIA – plessi Bottego e Silvani

1. INGRESSO - per tutte le classi l’entrata avviene dalle ore 8,25 alle 8,30: dopo, il portone sarà chiuso. I ritardi abitudinari non sono ammessi .Se qualche alunno, in via eccezionale, arriverà in ritardo, sarà accettato; ma ciò, si ribadisce, è l’eccezione, non la regola. Dopo il terzo ritardo saranno inoltrate lettere di sollecito e successivamente vi sarà una convocazione da parte del Dirigente. Prima delle ore 8.25, possono entrare nei locali scolastici soltanto gli alunni iscritti all’orario anticipato; gli altri devono attendere il suono della campana nel cortile della scuola.

2. USCITA - L’uscita dalla scuola avviene alle ore 16,30. Al termine delle lezioni, i genitori devono ritirare i figli personalmente, oppure, se ciò non è possibile, delegare per iscritto, presentandole agli Insegnanti della classe, una o più persone maggiorenni di loro fiducia, accompagnando la delega da fotocopia di carta d’identità del delegato. Si raccomanda la massima puntualità ai genitori che vengono a ritirare i figli. Chi ha dei problemi, può ricorrere all’orario prolungato o alla delega . Oltre l’orario di uscita, non possono rimanere alunni nella scuola, a meno che non siano iscritti all’orario prolungato.

3. ENTRATA POSTICIPATA/ USCITA - Durante l’orario scolastico, di norma, gli alunni non possono uscire da scuola prima del suono della campana. Ciò può essere consentito solo in casi eccezionali per gravi e comprovati motivi, che devono essere indicati nel modulo di domanda (da chiedere agl’insegnanti di classe) e documentati. Chi deve sottoporre il figlio ad una visita medica (odontoiatrica, oculistica ecc.) è invitato a prendere appuntamento in orario extrascolastico. Solo nel caso in cui ciò fosse impossibile, si ricorrerà all’orario scolastico. Le uscite sistematiche, cioè ripetute per un certo periodo di tempo, sono permesse solo quando un bambino deve essere sottoposto a terapie, che non si possono effettuare al di fuori dell’orario scolastico. In questo caso, la domanda, unitamente al certificato del medico curante, deve essere indirizzata alla Dirigente. La frequenza a corsi privati di ginnastica, danza, attività sportive o di altro genere, è possibile solo dopo l’uscita da scuola.

4. ASSENZE- Per assenze di durata non superiore a 5 giorni ( quindi da 1 a 5 giorni) dovute a motivi sia di salute che di famiglia, non occorre presentare il certificato medico. E’ però necessario che uno dei genitori giustifichi l’assenza sull’apposito libretto scolastico personale.

Per assenze di durata superiore a 5 giorni (quindi da 6 giorni in avanti) dovute a malattia, occorre presentare il certificato medico, che viene rilasciato dal medico curante. Se l’assenza è dovuta a motivi familiari, non è necessario alcun certificato, purché i genitori avvisino per iscritto gli insegnanti prima dell’inizio dell’assenza. Per le assenze dovute a malattia infettiva, indipendentemente dalla durata, è necessario presentare il certificato medico rilasciato dal Pediatra. In caso di dermatofitosi, scabbia, salmonellosi, epatite, tubercolosi, meningite , il certificato viene rilasciato esclusivamente dal Poliambulatorio di Medicina scolastica dell’ ASL. Quando si calcolano i 5 giorni, bisogna considerare anche gli eventuali giorni di festività o di sospensione delle lezioni, sia che cadano in mezzo, che all’inizio, che alla fine dell’assenza.

Informarsi dai compagni sulle attività svolte in classe e sui compiti assegnati per casa in caso di assenza.

5. SCIOPERI E ASSEMBLEE -In caso di assemblea sindacale o di sciopero del personale della scuola, i genitori verranno informati con anticipo sull’effettivo orario che la scuola garantisce e sugli eventuali orari di entrata o uscita che siano modificati.

6. INCIDENTI - In caso di infortunio o di malessere l’insegnante cui l’alunno è affidato, provvederà al primo soccorso e ad informare la famiglia; in caso di necessità chiamerà l’ambulanza e accompagnerà, in assenza di un genitore o persona delegata, l’alunno stesso, affidando la classe a colleghi in servizio. I docenti compileranno un modulo di denuncia di infortunio. Spetterà ai genitori rivolgersi eventualmente all’Assicurazione per ottenere rimborsi per spese sostenute.

7. MEDICINALI- Per la somministrazione di farmaci a scuola, l’Istituto si attiene alle linee guida emanate di concerto dal Ministero dell’Istruzione e dal Ministero della Salute il 25 novembre 2005. La somministrazione di farmaci può avvenire in caso di effettiva necessità e su precisa richiesta del medico che indicherà orari e posologia. In ogni caso è fatta salva la disponibilità del personale della scuola a somministrare i farmaci. Le famiglie dovranno indicare a inizio anno eventuali allergie.

8. INTERVALLO - L’intervallo del mattino si svolge tra le 10:30/11 circa. Nel pomeriggio alla scuola Bottego si svolge tra le 13 e le 14. Alla scuola Silvani si lascia la libertà di organizzarlo o tra le 13/14 oppure più tardi (comunque senza arrecare disturbo alle attività delle altre classi) per chi preferisce organizzare un momento di lavoro subito dopo la pausa – mensa . L’intervallo può svolgersi nel giardino della scuola, negli atri interni (Silvani), atelier (Bottego) o in aula, organizzando giochi adeguati agli spazi. E’ consentito giocare con la palla, in giardino, ma NON a calcio. Durante periodo di ricreazione il personale docente di turno vigila, osservando costantemente e attentamente la classe, il comportamento delle alunne e degli alunni in modo da evitare che si arrechi danno alle persone o alle cose.

9. DIARIO - Da controllare e firmare quotidianamente. Utilizzare il diario anche per eventuali comunicazioni ai docenti

10. MATERIALE SCOLASTICO - Verificare che nello zaino ci sia tutto il materiale occorrente per le attività: libri, quaderni, matite, gomma, penne, colori etc. L'alunno è responsabile in prima persona della cura del proprio materiale. E' vietato portare a scuola oggetti estranei all'uso scolastico e di valore. La scuola non risponde di eventuale danneggiamento o smarrimento degli oggetti di uso personale (giochi elettronici, apparecchi ortodontici etc)

11. REGOLE DI COMPORTAMENTO -Ai bambini verrà chiesto di usare rispetto per tutte le persone (coetanei e adulti), per gli ambienti scolastici (aula, servizi igienici, corridoi, palestra, giardino etc.) e per i materiali propri, altrui e di uso comune. Non  utilizzare a scuola il cellulare e gli strumenti multimediali per usi non concordati con i docenti. Utilizzare i giochi che gli insegnanti possono autorizzare a portare solo durante l’intervallo (si ricorda  che i giochi sono sotto la responsabilità degli alunni, pertanto è meglio evitare oggetti di valore).

12. ASSEMBLEE DI CLASSE/COLLOQUI - La partecipazione è importante per prendere parte attiva alla vita scolastica. I genitori sono invitati a partecipare senza i bambini, dal momento che nella fascia oraria delle riunioni non è prevista vigilanza da parte degli operatori e la scuola non è responsabile di eventuali incidenti che si dovessero verificare durante l'orario delle riunioni. Sia per le assemblee che per i colloqui verrà comunicato il calendario. Si rammenta che i genitori non possono accedere ai locali scolastici durante l'attività didattica se non espressamente convocati dai docenti .E' possibile richiedere colloqui con gli insegnanti tramite richiesta scritta sul diario o chiedendo appuntamento verbale all'uscita da scuola.

13. INGRESSO DEI GENITORI NELLA SCUOLA -Ai genitori non è consentito entrare nella scuola e raggiungere le aule, né sostare nei locali scolastici e negli altri spazi di pertinenza della scuola (cortile, giardino, atrio…) oltre il normale tempo occorrente per il ritiro dei propri figli.

Si ricorda il divieto di fumare all’interno della scuola e nelle pertinenze esterne.

14. PREVENZIONE PEDICULOSI – Si invitano i genitori a controllare periodicamente i capelli dei bambini. In caso di "infestazione" conclamata informare tempestivamente gli insegnanti che provvederanno ad avvisare le altre famiglie allo scopo di contenere il più possibile la diffusione. In caso di presenza visibile di lendini e parassiti, le famiglie saranno contattate ed invitate a procedere al trattamento. Gli alunni saranno riaccolti a scuola solo a trattamento avvenuto.

15. VISITE GUIDATE E VIAGGI D’ISTRUZIONE - Il piano annuale delle visite guidate e dei viaggi di istruzione viene presentato dai Docenti all’inizio dell’anno scolastico e descritto ai genitori in assemblea. Le visite guidate e i viaggi d'istruzione hanno obiettivi precisi legati alla progettazione delle classi. Quando la spesa è a carico dei partecipanti, il denaro viene raccolto dal genitore rappresentante di classe o da un genitore disponibile e versato sul c/c postale della Scuola.

Durante le visite didattiche guidate e le gite scolastiche, ogni alunno deve avere con sé un documento di riconoscimento. In base alle vigenti disposizioni, è rilasciato dalla Dirigente.

16. ASSICURAZIONE e CONTRIBUTO VOLONTARIO - Ogni anno viene proposta dal Consiglio di Istituto un’assicurazione per alunni e personale scolastico, più un contributo per le spese di segreteria ( libretto delle giustificazioni, spese linea dati, gestione delle fotocopiatrici dedicate alla didattica). L’adesione è individuale e obbligatoria. Il costo è a totale carico degli aderenti. Ogni anno il Consiglio di Istituto delibera la richiesta di un contributo volontario rivolta ai genitori di alunne/i frequentanti l' Istituto a parziale copertura delle spese inerenti l’ampliamento dell’Offerta Formativa e l'acquisto di materiale didattico / sussidi per i diversi plessi.

EGOLAMENTO SCUOLA PRIMARIA – plessi Bottego e Silvani

 

1. INGRESSO - per tutte le classi l’entrata avviene dalle ore 8,25 alle 8,30: dopo, il portone sarà chiuso. I ritardi abitudinari non sono ammessi .Se qualche alunno, in via eccezionale, arriverà in ritardo, sarà accettato; ma ciò, si ribadisce, è l’eccezione, non la regola. Dopo il terzo ritardo saranno inoltrate lettere di sollecito e successivamente vi sarà una convocazione da parte del Dirigente. Prima delle ore 8.25, possono entrare nei locali scolastici soltanto gli alunni iscritti all’orario anticipato; gli altri devono attendere il suono della campana nel cortile della scuola.

2. USCITA - L’uscita dalla scuola avviene alle ore 16,30. Al termine delle lezioni, i genitori devono ritirare i figli personalmente, oppure, se ciò non è possibile, delegare per iscritto, presentandole agli Insegnanti della classe, una o più persone maggiorenni di loro fiducia, accompagnando la delega da fotocopia di carta d’identità del delegato. Si raccomanda la massima puntualità ai genitori che vengono a ritirare i figli. Chi ha dei problemi, può ricorrere all’orario prolungato o alla delega . Oltre l’orario di uscita, non possono rimanere alunni nella scuola, a meno che non siano iscritti all’orario prolungato.

3. ENTRATA POSTICIPATA/ USCITA - Durante l’orario scolastico, di norma, gli alunni non possono uscire da scuola prima del suono della campana. Ciò può essere consentito solo in casi eccezionali per gravi e comprovati motivi, che devono essere indicati nel modulo di domanda (da chiedere agl’insegnanti di classe) e documentati. Chi deve sottoporre il figlio ad una visita medica (odontoiatrica, oculistica ecc.) è invitato a prendere appuntamento in orario extrascolastico. Solo nel caso in cui ciò fosse impossibile, si ricorrerà all’orario scolastico. Le uscite sistematiche, cioè ripetute per un certo periodo di tempo, sono permesse solo quando un bambino deve essere sottoposto a terapie, che non si possono effettuare al di fuori dell’orario scolastico. In questo caso, la domanda, unitamente al certificato del medico curante, deve essere indirizzata alla Dirigente. La frequenza a corsi privati di ginnastica, danza, attività sportive o di altro genere, è possibile solo dopo l’uscita da scuola.

4. ASSENZE- Per assenze di durata non superiore a 5 giorni ( quindi da 1 a 5 giorni) dovute a motivi sia di salute che di famiglia, non occorre presentare il certificato medico. E’ però necessario che uno dei genitori giustifichi l’assenza sull’apposito libretto scolastico personale.

Per assenze di durata superiore a 5 giorni (quindi da 6 giorni in avanti) dovute a malattia, occorre presentare il certificato medico, che viene rilasciato dal medico curante. Se l’assenza è dovuta a motivi familiari, non è necessario alcun certificato, purché i genitori avvisino per iscritto gli insegnanti prima dell’inizio dell’assenza. Per le assenze dovute a malattia infettiva, indipendentemente dalla durata, è necessario presentare il certificato medico rilasciato dal Pediatra. In caso di dermatofitosi, scabbia, salmonellosi, epatite, tubercolosi, meningite , il certificato viene rilasciato esclusivamente dal Poliambulatorio di Medicina scolastica dell’ ASL. Quando si calcolano i 5 giorni, bisogna considerare anche gli eventuali giorni di festività o di sospensione delle lezioni, sia che cadano in mezzo, che all’inizio, che alla fine dell’assenza.

Informarsi dai compagni sulle attività svolte in classe e sui compiti assegnati per casa in caso di assenza.

 

5. SCIOPERI E ASSEMBLEE -In caso di assemblea sindacale o di sciopero del personale della scuola, i genitori verranno informati con anticipo sull’effettivo orario che la scuola garantisce e sugli eventuali orari di entrata o uscita che siano modificati.

6. INCIDENTI - In caso di infortunio o di malessere l’insegnante cui l’alunno è affidato, provvederà al primo soccorso e ad informare la famiglia; in caso di necessità chiamerà l’ambulanza e accompagnerà, in assenza di un genitore o persona delegata, l’alunno stesso, affidando la classe a colleghi in servizio. I docenti compileranno un modulo di denuncia di infortunio. Spetterà ai genitori rivolgersi eventualmente all’Assicurazione per ottenere rimborsi per spese sostenute.

7. MEDICINALI- Per la somministrazione di farmaci a scuola, l’Istituto si attiene alle linee guida emanate di concerto dal Ministero dell’Istruzione e dal Ministero della Salute il 25 novembre 2005. La somministrazione di farmaci può avvenire in caso di effettiva necessità e su precisa richiesta del medico che indicherà orari e posologia. In ogni caso è fatta salva la disponibilità del personale della scuola a somministrare i farmaci. Le famiglie dovranno indicare a inizio anno eventuali allergie.

8. INTERVALLO - L’intervallo del mattino si svolge tra le 10:30/11 circa. Nel pomeriggio alla scuola Bottego si svolge tra le 13 e le 14. Alla scuola Silvani si lascia la libertà di organizzarlo o tra le 13/14 oppure più tardi (comunque senza arrecare disturbo alle attività delle altre classi) per chi preferisce organizzare un momento di lavoro subito dopo la pausa – mensa . L’intervallo può svolgersi nel giardino della scuola, negli atri interni (Silvani), atelier (Bottego) o in aula, organizzando giochi adeguati agli spazi. E’ consentito giocare con la palla, in giardino, ma NON a calcio. Durante periodo di ricreazione il personale docente di turno vigila, osservando costantemente e attentamente la classe, il comportamento delle alunne e degli alunni in modo da evitare che si arrechi danno alle persone o alle cose.

9. DIARIO - Da controllare e firmare quotidianamente. Utilizzare il diario anche per eventuali comunicazioni ai docenti

10. MATERIALE SCOLASTICO - Verificare che nello zaino ci sia tutto il materiale occorrente per le attività: libri, quaderni, matite, gomma, penne, colori etc. L'alunno è responsabile in prima persona della cura del proprio materiale. E' vietato portare a scuola oggetti estranei all'uso scolastico e di valore. La scuola non risponde di eventuale danneggiamento o smarrimento degli oggetti di uso personale (giochi elettronici, apparecchi ortodontici etc)

11. REGOLE DI COMPORTAMENTO -Ai bambini verrà chiesto di usare rispetto per tutte le persone (coetanei e adulti), per gli ambienti scolastici (aula, servizi igienici, corridoi, palestra, giardino etc.) e per i materiali propri, altrui e di uso comune. Non  utilizzare a scuola il cellulare e gli strumenti multimediali per usi non concordati con i docenti. Utilizzare i giochi che gli insegnanti possono autorizzare a portare solo durante l’intervallo (si ricorda  che i giochi sono sotto la responsabilità degli alunni, pertanto è meglio evitare oggetti di valore).

 

12. ASSEMBLEE DI CLASSE/COLLOQUI - La partecipazione è importante per prendere parte attiva alla vita scolastica. I genitori sono invitati a partecipare senza i bambini, dal momento che nella fascia oraria delle riunioni non è prevista vigilanza da parte degli operatori e la scuola non è responsabile di eventuali incidenti che si dovessero verificare durante l'orario delle riunioni. Sia per le assemblee che per i colloqui verrà comunicato il calendario. Si rammenta che i genitori non possono accedere ai locali scolastici durante l'attività didattica se non espressamente convocati dai docenti .E' possibile richiedere colloqui con gli insegnanti tramite richiesta scritta sul diario o chiedendo appuntamento verbale all'uscita da scuola.

13. INGRESSO DEI GENITORI NELLA SCUOLA -Ai genitori non è consentito entrare nella scuola e raggiungere le aule, né sostare nei locali scolastici e negli altri spazi di pertinenza della scuola (cortile, giardino, atrio…) oltre il normale tempo occorrente per il ritiro dei propri figli.

Si ricorda il divieto di fumare all’interno della scuola e nelle pertinenze esterne.

14. PREVENZIONE PEDICULOSI – Si invitano i genitori a controllare periodicamente i capelli dei bambini. In caso di "infestazione" conclamata informare tempestivamente gli insegnanti che provvederanno ad avvisare le altre famiglie allo scopo di contenere il più possibile la diffusione. In caso di presenza visibile di lendini e parassiti, le famiglie saranno contattate ed invitate a procedere al trattamento. Gli alunni saranno riaccolti a scuola solo a trattamento avvenuto.

15. VISITE GUIDATE E VIAGGI D’ISTRUZIONE - Il piano annuale delle visite guidate e dei viaggi di istruzione viene presentato dai Docenti all’inizio dell’anno scolastico e descritto ai genitori in assemblea. Le visite guidate e i viaggi d'istruzione hanno obiettivi precisi legati alla progettazione delle classi. Quando la spesa è a carico dei partecipanti, il denaro viene raccolto dal genitore rappresentante di classe o da un genitore disponibile e versato sul c/c postale della Scuola.

Durante le visite didattiche guidate e le gite scolastiche, ogni alunno deve avere con sé un documento di riconoscimento. In base alle vigenti disposizioni, è rilasciato dalla Dirigente.

16. ASSICURAZIONE e CONTRIBUTO VOLONTARIO - Ogni anno viene proposta dal Consiglio di Istituto un’assicurazione per alunni e personale scolastico, più un contributo per le spese di segreteria ( libretto delle giustificazioni, spese linea dati, gestione delle fotocopiatrici dedicate alla didattica). L’adesione è individuale e obbligatoria. Il costo è a totale carico degli aderenti. Ogni anno il Consiglio di Istituto delibera la richiesta di un contributo volontario rivolta ai genitori di alunne/i frequentanti l' Istituto a parziale copertura delle spese inerenti l’ampliamento dell’Offerta Formativa e l'acquisto di materiale didattico / sussidi per i diversi plessi.

 

Agenda

Settembre 2017
L M M G V S D
28 29 30 31 1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 1

Questo sito usa solo cookie tecnici... We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information