Istituto Comprensivo n.3 LAME - Bologna

tel. 0516345568 - fax: 0516344298 - email: boic81300r@istruzione.it - scuole Bottego, Salvo D`Acquisto, Silvani

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home Genitori Regolamento Scuola Media

REGOLAMENTO SCUOLA SECONDARIA 2014-2015

E-mail Stampa PDF

Scarica il regolamento della scuola media 2014-2015

ISTITUTO COMPRENSIVO  N. 3 - “LAME” - BOLOGNA - Scuola media S. D’Acquisto

REGOLE PER LE USCITE ANTICIPATE E LE ENTRATE IN RITARDO

 

USCITE ANTICIPATE

Durante l’orario scolastico, di norma, gli alunni non possono uscire di scuola prima del suono della campana. Ciò può essere consentito solo in casi eccezionali per gravi e comprovati motivi, che devono essere indicati nell'apposita sezione del quaderno delle comunicazioni.

Il genitore, all’ora indicata nella domanda, si presenterà in portineria a ritirare il figlio/a, apponendo la propria firma nel Registro di classe o invierà suo delegato fornito di delega scritta e copia del documento d’identità. le uscite anticipate sistematiche, cioè ripetute per un certo periodo di tempo, sono permesse solo quando un ragazzo dev’essere sottoposto a terapie, che non si possono effettuare al di fuori dell’orario scolastico. In questo caso, la domanda, unitamente al certificato del medico curante, deve essere indirizzata direttamente alla scrivente.

La frequenza a corsi privati di ginnastica, nuoto, danza, attività sportive di vario genere è possibile solo dopo l’uscita da scuola.

 

ENTRATE POSTICIPATE

Le eventuali entrate posticipate per validi motivi devono essere giustificate per iscritto dal Genitore: se l'entrata è comunque entro le 9.00, sarà sufficiente la giustificazione scritta sul libretto delle comunicazioni, se l'entrata è dalle 9.00 alle 11.00, oltre alla giustificazione scritta, si chiede al genitore di accompagnare l'alunno/a oppure di telefonare alla scuola per comunicare il ritardo; se l'entrata è dopo le 11, il genitore dovrà accompagnare l'alunno/a e giustificare il ritardo.

USCITA DA SCUOLA
Al termine delle lezioni gli alunni andranno a casa da soli su autorizzazione scritta di entrambi i genitori. I genitori possono comunque venire a ritirarli personalmente.

ASSENZE
Le assenze di durata non superiore a 5 giorni devono essere giustificate dal genitore sull’apposito libretto. Per quelle di durata superiore a 5 giorni (quindi da 6 in avanti) oltre alla giustificazione sul libretto, è necessario presentare un certificato di riammissione rilasciato dal medico curante.
Nel conteggio dei 6 giorni, occorre tener conto anche delle eventuali festività intermedie.
Per le assenze dovute a malattia infettiva, indipendentemente dalla durata, è necessario presentare il certificato medico rilasciato  dal Pediatra. In caso di dermatofitosi, scabbia, salmonellosi, epatite, tubercolosi, meningite e pediculosi, il certificato viene rilasciato esclusivamente dal Poliambulatorio di medicina scolastica dell’ASL. Se le
assenze superiori a 5 giorni sono dovute a motivi familiari, non è necessario alcun certificato purché i genitori avvisino per iscritto gl’Insegnanti della classe o quest’Ufficio prima dell’inizio dell’assenza.
Poiché nello scorso anno scolastico sono state riscontrate molte assenze da parte degli alunni, allo scopo di favorire i loro processi d’apprendimento, si raccomanda ai genitori di tenere a casa i figli solo per gravi motivi, ricordando che per la scuola secondaria di I grado il numero delle assenze incide sulla validazione dell'anno scolastico (non più di 50 giorni di assenza in un anno).

COMUNICAZIONI ALLE FAMIGLIE SU PROFITTO E COMPORTAMENTO

Nel caso in cui i docenti rilevassero problemi di apprendimento negli alunni, i genitori verranno convocati per discutere il problema insieme alla scuola.

Se i docenti rilevano problematiche relative al profitto o al comportamento che possono pregiudicare l'ammissione alla classe successiva, verrà inviata una comunicazione ai genitori in cui può esservi una convocazione con la coordinatrice o altri docenti.

La comunicazione verrà inviata tramite gli alunni, in busta chiusa in duplice copia. Una copia deve essere restituita alla scuola firmata dai genitori, quale ricevuta.

Se dopo tre giorni i docenti non riceveranno la copia firmata, telefoneranno alla famiglia per avvertire personalmente i genitori. I genitori possono chiedere appuntamento ai docenti o al coordinatore di classe secondo il calendario delle disponibilità pubblicato.

 

REGOLE PER LO SVOLGIMENTO DEGLI INTERVALLI

L'orario giornaliero prevede lo svolgimento di due intervalli.

Il primo, della durata di 10 minuti (dalle ore 9.55 alle ore 10.05), si svolge in classe.

Il secondo, della durata di 15 minuti (dalle ore 11.55 alle ore 12.10), si svolge per i primi 5 minuti in classe e per il restante tempo nello spazio antistante l'aula.

Durante lo svolgimento di entrambi gli intervalli, gli insegnanti sorvegliano gli alunni che sono tenuti a non allontanarsi dall'aula o dall'atelier in cui in quel momento si sta svolgendo l'intervallo.

 

REGOLAMENTO DISCIPLINARE

AI SENSI DELLO statuto delle studentesse e degli studenti

 

PREMESSA

Il rispetto del regolamento disciplinare è uno dei criteri utilizzato per la formulazione del voto di condotta che contribuisce alla valutazione finale di ammissione alla classe successiva o all’esame di licenza media.

Art.1 - Codice Disciplinare

Le sanzioni disciplinari si ispirano ai principi di gradualità, proporzionalità e giustizia, tendono al rafforzamento del senso di responsabilità e al ripristino di rapporti corretti all'interno della comunità scolastica e devono tenere conto della situazione personale dello studente.

In nessun caso verrà sanzionata, né direttamente né indirettamente, la libera espressione di opinioni correttamente manifestata, purché non sia lesiva dell'altrui personalità, con particolare attenzione alle problematiche razziali e socioeconomiche. I provvedimenti che esulano dalla normale attività di controllo quotidiano, saranno presi in modo collegiale, con il coinvolgimento del Dirigente Scolastico e del Consiglio di Classe, onde garantire il confronto di opinioni e la pluralità di giudizio.

 

Art.2 – Organo di Garanzia

L'Organo di Garanzia interno all'Istituto è formato da un genitore eletto nel Consiglio di Istituto, da due docenti di scuola media, designati dal Collegio dei Docenti della scuola media ed è presieduto da una persona di elevate qualità morali e civili, nominata dal Dirigente Scolastico.

All'organo di garanzia sono rivolti i ricorsi contro le sanzioni irrogate in relazione al codice disciplinare. I ricorsi debbono essere inviati all'O. di G. entro quindici giorni dalla comunicazione della sansione. L'O. Di G: delibera entro i dieci giorni successivi al ricorso.

Art.3 – Sanzioni

Le sanzioni sono sempre temporanee, proporzionate all'infrazione e ispirate, per quanto possibile, al principio della riparazione del danno.

In presenza di comportamenti occasionali e non gravi relativi a: scarsa diligenza e puntualità, disattenzione durante le lezioni,  abbigliamento non consono all'istituzione scolastica, gli studenti potranno essere soggetti a richiamo verbale, il quale non costituisce sanzione.

Il  richiamo verbale reiterato costituisce un motivo per la somministrazione di una sanzione in forma di ammonizione scritta. L'ammonizione scritta di norma viene annotata prima nel "Quaderno delle comunicazioni scuola-famiglia" (di seguito nominato solo Quaderno) che ciascuno studente deve sempre avere con sé. Qualora il disturbo delle lezioni avvenga in seguito all’utilizzo di materiale o apparecchiature improprie (non legate e non richieste dall’attività didattica) si procede al sequestro delle stesse con annotazione sul “Quaderno” e alla successiva consegna al genitore. Nel caso continui a persistere il comportamento sanzionato, si provvederà ad annotare l'ammonizione sul Registro di classe.

Nei casi di comportamenti gravi o reiterati, si provvederà a trascrivere immediatamente l'ammonizione sul registro di classe, comunicando comunque tramite il "Quaderno" suddetto l'accaduto.

In presenza di un certo numero di ammonizioni sul registro di classe a carico di uno studente o in casi di comportamenti particolarmente gravi, si procederà all'allontanamento momentaneo dell'alunno dalla classe provvedendo alla sua sorveglianza mediante un altro docente in un'altra classe o mediante il personale ausiliario o in vicepresidenza.

Nei casi più gravi o in caso di reiterazione dei comportamenti scorretti si procederà alla sospensione dello studente dalle lezioni per uno o più giorni.

I periodi di sospensione non sono da considerarsi assenze a tutti gli effetti e non andranno a incidere sul numero massimo di assenze consentite per la validità dell'anno scolastico, tranne che per i periodi superiori ai 15 giorni.

Tenuto conto dei principi e dei criteri di cui all'art.1 del presente regolamento e delle disposizioni dei D.P.R. 24 giugno 1998, n. 249 (Regolamento recante lo Statuto delle studentesse e degli studenti della scuola secondaria), l'organo competente provvederà alle seguenti sanzioni   disciplinari, con le forme di pubblicità prescritte, in corrispondenza delle relative infrazioni:

 

Comportamento sanzionato

Autorità competente che segnala o richiede la sanzione

Sanzione

COMPORTAMENTI CHE DISTURBANO L’ATTIVITA’ DIDATTICA

Disturbo durante la lezione

Docente

Ammonizione scritta nel quaderno

Disturbo continuato durante le lezioni

Docente e Consiglio di classe

Ammonizione scritta nel quaderno delle comunicazioni,  ammonizione scritta nel registro di classe

allontanamento dalla classe e affidamento a personale scolastico con attività da svolgere,

sospensione dalle uscite didattiche, dalla visione di film o altre attività a discrezione dei docenti

Mancata esecuzione dei compiti assegnati per casa

Docente

 

Ammonizione scritta nel quaderno delle comunicazioni; convocazione o comunicazione telefonica ai genitori

Mancata firma di comunicazioni, richiami, avvisi

Docente

Comunicazione o convocazione dei genitori

Dimenticanza reiterata del materiale scolastico di ciascuna materia, incuria del proprio materiale

Docente

Ammonizione scritta nel quaderno delle comunicazioni o sanzioni alternative

Ritardo alla prima ora di lezione (oltre  10 minuti dopo il suono della  campana) senza giustificazione

Collaboratore scolastico (bidello) e/o docente

Non ammissione in classe per la prima ora di lezione e comunicazione telefonica alla famiglia da parte del collaboratore scolastico (verrà registrata come ora di assenza)

Ripetuti ritardi alla prima ora di lezione

Consiglio di classe

Comunicazione scritta alla famiglia, nota sul Registro di Classe e compito di punizione da svolgere durante l'intervallo

Allontanamento ingiustificato dall'atelier durante l'intervallo

Docenti e/o collaboratori scolastici

richiamo verbale (prima volta)

richiamo verbale e ammonizione scritta (seconda volta)

richiamo verbale, ammonizione scritta e obbligo di trascorrere la pausa seduto in atelier (terza volta)

La durata della sanzione in caso di comportamento reiterato verrà di volta in volta valutata.

Ripetuti ritardi al rientro in classe dopo l’intervallo o al cambio d’ora

Docente

Intervallo in classe seduto/a per una settimana con compiti da svolgere

Assenza prolungata dalla classe

Docente

Ammonizione scritta nel registro di classe

Allontanamento dalla classe senza il permesso dell'insegnante

Docente

Ammonizione scritta nel Registro di Classe

Mancata esibizione del quaderno delle comunicazioni

 

Docente

 

Ammonizione nel registro di classe.

Mancata giustificazione di assenza

Docente

Primo giorno: ammonizione scritta nel quaderno delle comunicazioni; secondo giorno:    consegna di una lettera di ammonimento per i genitori; dal terzo giorno: convocazione telefonica della famiglia da parte del collaboratore scolastico.

Uso del telefono cellulare

Collaboratore scolastico (bidello) /docente

Segnalazione sul quaderno delle comunicazioni, sequestro e riconsegna ai genitori in data e  ora stabilite dalla scuola

MANCANZA DI  RISPETTO PER L’AMBIENTE SCOLASTICO E PER I  MATERIALI

Danneggiamento di oggetti di proprietà della scuola o di altri

Collaboratore scolastico (bidello), docente, dirigente scolastico e Consiglio di classe

Ammonizione scritta nel Registro di classe, comunicazione alla famiglia, risarcimento del danno  (quantificato in modo approssimativo)*.

Violazione delle norme sul divieto di fumo nei locali scolastici

Collaboratore scolastico (bidello), docente e Consiglio di classe.

Ammonizione scritta nel Registro di classe. Sospensione dalle lezioni per 1 giorno

MANCANZA DI RISPETTO PER COMPAGNI E ADULTI

Violazione della privacy

Collaboratore scolastico (bidello) /docente / Consiglio di classe

Ammonizione scritta nel Registro di classe

Sospensione dalle lezioni per 2 giorni.

Uso di linguaggio improprio, o di termini volgari e offensivi

Collaboratore scolastico (bidello, educatore, e altra figura istituzionale) e/o docente

Ammonizione scritta nel Registro di classe

 

Gravi scorrettezze, offese, furti o molestie verso compagni, docenti, personale della scuola,  componenti della comunità scolastica

Collaboratore scolastico (bidello, educatore, e altra figura istituzionale) e/o docente

Ammonizione scritta nel Registro di classe, convocazione del Consiglio di Classe straordinario per sospensione dalle lezioni per giorni superiori a 3 e sospensione dalla gita scolastica.

Manomissione del Quaderno o di altri documenti della scuola, falsificazione di firme o alterazione di comunicazioni di docenti o del Consiglio di classe

Docente, dirigente scolastico

Ammonizione scritta nel Registro di classe, convocazione di un Consiglio di Classe straordinario, sospensione dalle lezioni per 3 o più giorni e dalla gita scolastica o sanzioni alternative decise dal Consiglio

COMPORTAMENTI CHE GENERANO SITUAZIONI DI PERICOLO

violazioni gravi alle norme di sicurezza

Collaboratore scolastico (bidello, educatore, e altra figura istituzionale), docente, dirigente scolastico

Ammonizione scritta nel registro di classe, convocazione di un Consiglio di Classe straordinario, sospensione dalle lezioni e dalla gita scolastica o sanzioni alternative decise dal Consiglio

Presenza di fatti avvenuti all'interno della scuola che possono rappresentare pericolo per l'incolumità delle persone e per il sereno funzionamento della scuola

Collaboratore scolastico (bidello, educatore, e altra figura istituzionale), docente, dirigente scolastico

Ammonizione scritta nel registro di classe, convocazione di un Consiglio di Classe straordinario, sospensione dalle lezioni per 3-5 giorni e dalla gita scolastica o sanzioni alternative decise dal Consiglio

Violenza intenzionale, offese gravi alla dignità delle persone

Collaboratore scolastico (bidello, educatore, e altra figura istituzionale), docente

Ammonizione scritta nel registro di classe, convocazione di un Consiglio di Classe straordinario, sospensione dalle lezioni per giorni superiori a 5 e dalla gita scolastica o sanzioni alternative decise dal Consiglio

CUMULO DI SANZIONI

Cumulo di tre note sul registro di classe

Docente o Consiglio di Classe

Sospensione da visione di film, uscite didattiche o sportive, gare sportive

Cumulo di 4 note gravi sul registro di classe

Consiglio di Classe

Sospensione dalle lezioni. La famiglia viene avvisata alla terza nota.

Cumulo di 3 fatti che comportano la sospensione dell’alunno

Consiglio di classe

Sospensione dalle lezioni per giorni superiori a 16

 

*Qualora non venga individuato il responsabile di un danno, l’eventuale risarcimento totale o parziale potrà essere ripartito tra l’intero gruppo e/o classe interessato, previa attenta valutazione del Consiglio di Istituto

L'applicazione di questo regolamento è soggetto alla discrezionalità dei docenti e/o del Consiglio di Classe.

L’Ammonizione scritta nel quaderno delle comunicazioni viene eseguita ogni volta che viene effettuata l’ammonizione nel registro di classe.

Per quanto concerne la recidiva si prende in considerazione il comportamento dello studente globalmente e senza specifici limiti di tempo.

Tutte le infrazioni previste dal presente regolamento sono sanzionabili quando vengano commesse sia all’interno dell'edificio scolastico e durante le attività curricolari sia durante le attività extracurricolari, integrative, connesse con le attività didattiche e organizzate dalla scuola anche in sedi diverse.

Art.4 - Adozione delle sanzioni

Gli organi competenti a disporre le sanzioni (Docente, Dirigente Scolastico, Consiglio di classe) decidono dopo aver sentito le ragioni addotte dallo studente che ha la facoltà di presentare prove e testimonianze.

Il procedimento sanzionatorio si deve concludere entro trenta giorni dalla data della contestazione. Superato tale limite temporale il procedimento è estinto.

Il voto relativo alle sanzioni disciplinari è segreto e la delibera relativa alla sanzione viene adottata a maggioranza assoluta dei voti validi e, in caso di parità, viene ripetuta una seconda volta. Se anche la seconda votazione termina in parità la sanzione non è applicata.

Art.5 - Pubblicità e norme finali

Copia del presente regolamento deve essere consegnata a tutti gli studenti all'inizio dell'anno.

LA DIRIGENTE SCOLASTICA  Dr.ssa Ameris Vigarani

 

Agenda

Settembre 2017
L M M G V S D
28 29 30 31 1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 1

Questo sito usa solo cookie tecnici... We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information